Ti racconto una storia

Ti racconto una storia

Ti racconto una storia.

Mettiti comod* e ascolta.

No, non sarà lunga…

C’era una volta una lumachina, verde verde e timida timida.

No, non va bene così.

Partirò dalla fine.

Come tutte le storie ha un lieto fine.

Come tutte le settimane ci troviamo io, Eleonora e Martina a fare il punto della situazione a discutere dei nuovi progetti e delle nuove idee da definire con Cammina Respira Rallenta.

Si, con Martina condividiamo un grosso difetto…ci annoiamo a fare sempre le stesse cose e abbiamo il neurone della creatività in perenne movimento.

Stamattina Martina arriva con questa deliziosa scatolina.

Come suo solito me la consegna con fare indifferente.

La prendo, la guardo, la apro.

Riesce a commuovermi.

Lo so, chi mi conosce sa che mi emoziono facilmente , ma commuovermi, accidenti ce ne vuole.

Mi commuovo perchè in questa scatolina ci sono gli ultimi quattro anni di progetti, idee, cadute, successi, delusioni, speranze e tante emozioni.

Questa tenace lumachina verde racchiude tutto il senso del progetto che stiamo costruendo.

Le lumache sono lente. Sono timide. Sono tenaci. E arrivano dove vogliono arrivare. Sempre.

Durante il suo lento ma costante percorso questa lumaca che, a dire il vero abbiamo battezzato Lou Mega (vero Giovanna?), incontra tanti ostacoli, va incontro a diverse cadute, cambi di percorso.

E, non ultimo, come in tutte le fiabe, incontra anche persone cattive.

La nostra Lou Mega è un’idealista, crede nel bene e non si accorge del male,

Allora l’abbiamo dovuta avvisare e proteggere da chi ha provato ad affiancarla, ma, in realtà, non lo faceva per il suo bene.

Abbiamo creduto in Lou Mega, nella sua forza, nella sua bontà d’animo e, soprattutto nella sua tenacia.

Sta cominciando ad andare lontano, a crescere, e darci qualche soddisfazione.

Noi, come lei, siamo sempre concentrate sul bene e cerchiamo di non occuparci del male.

Siamo delle idealiste, ma felici di esserlo.

E tu, ti saresti commoss* a ricevere una meraviglia come questa?

Ah, e come si dice per tutte le storie…e vissero per sempre felici e contenti.

Vogliamo crederci?

Lascia un commento